campania arte danza | spettacoli | eventi | rassegna stampa | foto gallery | curiosità | bacheca | download | news | contatti | link
 
 
 curiosità
 .:: balletto o danza?
 .:: origini della danza
 .:: danza nell'arte
 .:: capolavori del balletto
 .:: generi della danza
 .:: lezioni di danza
 .:: scarpette
 .:: grandi ballerine/i
 .:: grandi coreografi
 .:: biblioteca
 .:: videoteca
   
home > curiosità > dizionario della danza
Il Dizionario della Danza
Un glossario completo dei termini usati per indicare i passi, le figure ed i movimenti del balletto e dei termini tecnici, delle forme e dei generi della danza
a - b - c - d - e - f - g - h - i - j - k - l - m - n - o - p - q - r - s - t - u - v - w - x - y - z

........................................................................................................
• Lettera a
........................................................................................................

ADAGIO
1) Serie di esercizi che si eseguono nella parte centrale di una lezione di danza per lo studio della linea, dell'equilibrio e della fluidità. 2) Sezione di apertura del pas de deux classico.

APLOMB
Controllo del corpo con il peso distribuito correttamente rispetto a un asse immaginario che attraversa il danzatore dalla testa al piede della gamba di sostegno.

ARABESQUE
Il termine prende origine dalle forme degli ornamenti moreschi. In questa figura il corpo si sostiene su una sola gamba tesa o in demi-plié, mentre l'altra è allungata e tesa dietro il corpo a formare un angolo di 90° con l'asse verticale. Le braccia sono sostenute in varie posizioni (I, II, III, IV, V) in base al tipo di arabesque, le spalle sono in linea con la direzione scelta.

ARRI»RE, EN
Indietro rispetto alla direzione del danzatore nello spazio

ASSE
Linea immaginaria, perpendicolare al pavimento che passa esattamente per il centro del corpo. » il riferimento costante per la distribuzione del peso e il controllo dell'equilibrio del danzatore.

ASSEMBLÉ
Passo saltato che parte da un piede e finisce su due e che prevede, durante la fase aerea, l'unione delle due gambe in V posizione; può essere battu, en tournant ed eseguito in varie direzioni.

ASSOLO
Danza creata per un danzatore solo.

ATTITUDE
Figura ispirata alla statua del Giambologna, introdotta da Carlo Blasis. Il corpo si sostiene su una gamba sola con l'altra sollevata all'indietro a 90° con il ginocchio piegato e ruotato all'esterno (en dehors) in linea o più in alto del piede corrispondente (attitude derrière), un braccio è sollevato in alto in IV posizione mentre l'altro è sostenuto in fuori in II posizione. Nell'attitude devant una gamba è sollevata davanti al corpo a formare un angolo di 90° con l'asse verticale, il ginocchio è piegato e ruotato verso l'esterno con il piede sollevato il più possibile.

AVANT, EN
In avanti rispetto alla direzione del danzatore nello spazio.
___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera b
........................................................................................................

BALANCE
Termine usato per indicare l'equilibrio del danzatore.

BALANCÉ
Passo che fa oscillare il peso dondolandolo da una gamba all'altra, mentre i piedi si sollevano alternativamente sur le cou de pied.

BALLABILE
Termine usato per indicare danze eseguite da un gruppo o da un corpo di ballo senza la presenza dei solisti.

BALLET BLANC
É la forma coreografica del balletto romantico, definita così dal colore bianco dei tutù indossati dalle ballerine e dalla funzione corale che amplifica all'unisono i passi e i movimenti della protagonista.

BALLET D'ACTION
Balletto d'azione, un genere che prevede una perfetta integrazione fra libretto, musica, coreografia e scenografia. Ne fu fautore il coreografo Jean-Jacques Noverre, con Franz Hilverding e Gasparo Angiolini.

BALLET DE COUR
Balletto di corte e consiste in un prologo cantato nel quale è esposto l'argomento dello spettacolo, in un certo numero di entrées (balletti, ma anche carri allegorici, pantomome, intermezzi di gruppi corali) e si conclude con un grand ballet. » la prima manifestazione ballettistica autonoma. Nacque in Francia seguendo il modello dei fastosi spettacoli delle corti italiane del Quattrocento e del Cinquecento ed ebbe una così tale fortuna da perdurare sino al Seicento.

BALLETTO MODERNO
Uno spettacolo di balletto che non si basa solo sul linguaggio accademico ed indica la novità estetica.

BALLETTO NEOCLASSICO
Così definito perchè rinnova il linguaggio di tradizione del balletto classico, ma senza prescinderne. Si affermò in Francia a metà degli anni Venti.

BALLETTO SINFONICO
Termine adottato negli anni Trenta quando il coreografo Léonide Massine presentò i suoi primi balletti su musica sinfonica.

BALLO GRANDE
Termine usato in Italia per indicare gli allestimenti ballettistici della fine del secolo scorso, con un gran numero di interpreti e un esorbitante impegno scenografico, costumistico e tecnico.

BALLON
La capacità del danzatore di rimanere in sospensione aerea prima di atterrare e la qualità leggera ed elastica di un salto.

BANDEAUX, À
Acconciatura dei capelli raccolta e che copre le orecchie della ballerina, introdotta da Maria Taglioni nel balletto La Sylphide.

BATTEMENT
Indica l'azione del battere di una gamba tesa o piegata; battement tendu: il piede scivola da una I o V posizione senza sollevare le dita da terra e le ginocchia devono essere ben tese. Nel grand battement, invece, l'intera gamba col ginocchio teso si solleva in aria e si riporta a terra. Nel petit battement sur le cou de pied una gamba si piega facendo compiere ai piedi piccoli e veloci movimenti in fuori e in dentro sur le cou de pied davant e derrière dell'altro piede. Con il termine battement battu si intendono dei piccoli, veloci e ripetuti colpi della punta di un piede alla caviglia dell'altro.

BATTERIE
Indica tutti i movimenti in cui una gamba batte contro l'altra; si può definire grande batterie o petite batterie a seconda dell'elevazione più o meno alta.

BOLERO
Danza spagnola introdotta come variante meno eccitante e sensuale del fandango e si esegue con l'accompagnamento di nacchere, chitarra e tamburelli.

BRISÉ
Passo che appartiene alla petite batterie; spostato nello spazio può iniziare e terminare su una o due gambe. Da una V posizione una gamba viene staccata en avant (o en arrière) per essere raggiunta in aria dall'altra che, unendovisi tesa, esegue un battu atterrando in V posizione. Il brisé che termina su una gamba viene chiamato brisé volé e può essere en avant e en arrière.

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera c
........................................................................................................

CABRIOLE
Passo saltato durante il quale le gambe tese sono battute in aria. Si può eseguire devant, derrière, à la seconde. Double cabriole quando le gambe battono due o più volte prima di toccare terra.

CAMBRÉ
La flessione del busto indietro, en avant o lateralmente.

CHAÎNÉS
Serie di giri in I posizione con i piedi il più possibile vicini e spostando alternativamente e in velocità il peso da un piede all'altro. Si eseguono in punta o in mezza punta.

CHASSÉ
Passo scivolato in cui un piede scaccia l'altro prendendone il posto.

CODA
Parte finale di un pas de deux che comprende l'esibizione di entrambi i danzatori.

CONTRACTION
Contrazione dei muscoli addominali con conseguente allungamento della colonna vertebrale.

COREOGRAFIA
Termine composto da khoreía e grápho che significano danza e scrivere. In origine indicava la notazione della danza, ma dal XVIII secolo gli fu attribuito il significato di <<arte di comporre balletti e danze teatrali nella loro successione di passi, figurazioni e movimenti>>.

CORPO DI BALLO
In origine indicava l'intero numero dei ballerini di una compagnia di balletto, oggi designa il gruppo dei ballerini di fila senza i solisti e i primi ballerini.

COU DE PIED
Parte del piede compresa tra la caviglia e la base del polpaccio. Sur le cou de pied è il termine che indica quando un piede è posizionato sul collo dell'altro.

COUPÉ
Movimento usato come preparazione a un altro passo eseguito all'altezza del cou de pied, consiste nel fatto che un piede sembra tagliare l'altro prendendone il posto.

CSÁRDÁS
Danza ungherese divisa in due parti, una lenta in circolo (Lassu) e una vivace a coppie (Friss). Si eseguono giri, salti, colpi di speroni e i piedi vengono girati in dentro e in avanti.

CURVE
Posizione in uso nella danza moderna e contemporanea, in cui al massimo allungamento della colonna vertebrale corrisponde una flessione in avanti del tronco.

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera d
........................................................................................................

DANSE D'ÉCOLE
Termine usato per indicare lo stile accademico del balletto classico

DANSEUR NOBLE
» il danzatore bello ed elegante, con caratteristiche adatte ad interpretare ruoli nobili e da principe.

DÉCALÉ
Indica il momento in cui un parter sposta l'altro in una posa fuori dall'asse di equilibrio.

DEDANS, EN
Indica movimenti di rotazione in dentro delle gambe, delle braccia e dell'intero corpo rispetto ai punti di riferimento prescelti nello spazio. » opposto all'en dehors.

DÉGAGÉ
» il puntare del piede a terra in una direzione scelta liberando la gamba dall'incombenza di sostenere il peso del corpo. Nel dégagé en l'air la gamba viene liberata anche dal contatto del suolo e sollevata a mezza altezza.

DEHORS,EN
Indica movimenti di rotazione in fuori delle gambe, delle braccia e dell'intero corpo. » opposto all'en dedans.

DÉVELOPPÉ
» uno dei passi basilari dell'adagio. » il movimento di una gamba che si piega passando da un retiré per estendersi in aria, a diverse altezze, rimanendo ben sostenuta e controllata in allungamento.

DIVERTISSEMENT
» una sorta di intermezzo composto da parti cantate e danzate, che comparve tra il XVII e il XVIII secolo in molte commedie teatrali. Nel balletto tardo ottocentesco definì una serie di danze, assolo o ensembles, generalmente collocati alla fine del terzo atto.

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera e
........................................................................................................

ÉCARTÉ
Posizione in cui una gamba è aperta lateralmente al corpo e orientata nella direzione delle diagonali del palco (écarté devant, écarté derrière). Lift en écarté indica, nel pas de deux, il sollevamento di un danzatore che mantiene la posizione di écarté in fase aerea.

ÉCHAPPÉ
Movimento saltato o strisciato a terra in cui si passa da una posizione chiusa a una aperta (II o IV).

ÉLÉVATION
Capacità del danzatore di elevarsi durante un salto.

EMBOÎTÉ
Passo leggero e vivace che si esegue sulle punte e prevede il passaggio da una gamba all'altra durante un piccolo salto, una è piegata in avanti, l'altra è in plié a terra e si scambiano le posizioni.

ENCHAÎNEMENT
Insieme di passi o movimenti che formano una frase coreografica.

ENSEMBLE
Insieme di più ballerini

ENTRECHAT
Indica un salto con incrocio delle gambe en avant e en arrière. Sono numerati da deux e dix in accordo con gli incroci richiesti. Gli entrechats di numero dispari atterrano su un piede solo con l'altro in retiré alla caviglia, quelli di numero pari atterrano su due piedi.

ENTRÉE
Indica l'entrata in scena di un danzatore o di un gruppo di danzatori, l'ingresso di ogni singolo numero di un divertissement e, nel pas de deux, l'entrata dei due interpreti.

ÉTOILE
» il titolo più alto nella gerarchia di un corpo di ballo, dato ad alcuni primi ballerini o ballerine per indicare il loro superiore livello professionale.

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera f
........................................................................................................

FACE, EN
Il corpo mantiene la posizione frontale al pubblico.

FLEX
Flessione dorsale del piede in cui la punta è sollevata e forma un angolo di 90° con la caviglia.

FOUETTÉ
Definito come il voltarsi rapido del corpo da una parte all'altra con una gamba in uscita e una di sostegno, e si può eseguire a terra o in aria.

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera g
........................................................................................................

GALOP
Brillante danza in tondo che si diffuse ll'inizio del XIX secolo dalla Germania in Francia e in Inghilterra (come parte finale della quadriglia). Una sua variante è il cancan.

GARGUILLADE
Passo somigliante al pas de chat con uguale dinamica di stacco, ma prevede l'esecuzione di rond de jambe con entrambe le gambe in aria prima dell'atterraggio.

GAVOTTE
Danza popolare francese, che prende il nome dai Gavots, abitanti di Gap. Nel Seicento fu la danza di corte e fu spesso impiegata dal musicista Lully nelle musiche per balletto. Inserita, in genere dopo la sarabanda, nelle suite, divenne nel XVIII secolo una danza dai passi sempre più complicati tali da essere eseguita correttamente solo da ballerini professionisti.

GIGA
Danza vivace che fu introdotta a corte nel periodo elisabettiano e successivamente nel resto d'Europa con Luigi XIV. In Italia è sopravvissuta come danza di coppia, amorosa e di corteggiamento.

GLISSADE
Passo strisciato, eseguito in qualsiasi direzione, usato soprattutto come passo di raccordo da una V posizione plié una gamba fuoriesce in una direzione scelta e viene raggiunta velocemente dall'altra gamba per ottenere la chiusura simultanea dei due piedi in V posizione.

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera h
........................................................................................................

HABANERA
Lenta danza cubana, di probabile origine africana, si diffuse nel XIX secolo dall'Avana in Spagna, dove divenne popolare.

HOLUBIECK
Indica un passo girato.

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera i
........................................................................................................

Nessun termine presente

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera j
........................................................................................................

JAZZ DANCE
Espressione degli afroamericani, è una rielaborazione delle tecniche di danza africane che, però, già negli anni Venti fu acquisita anche dai bianchi.

JETÉ, O PAS JETÉ
Salto da una gamba all'altra in cui quella che lavora sembra essere letteralmente gettata en avant o in altre direzioni scelte. Esistono molte varianti di jeté.

JOTA
Danza di coppia tradizionale della Spagna del Nord, ed è accompagnata da canto strumenti e nacchere suonate dai ballerini.

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera k
........................................................................................................

Nessun termine presente

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera l
........................................................................................................

LIFT
Indica l'atto di sollevare il partner durante un pas de deux.

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera m
........................................................................................................

MAÎTRE DE BALLET
Responsabile del rendimento tecnico e del livello di esecuzione dei danzatori della compagnia ed è colui che conduce le prove dei balletti.

MAN»GE
Cerchio descritto dal danzatore durante l'esecuzione di una serie di passi, salti o giri.

MAZURKA
Danza di origine polacca. » una danza di gruppo caratterizzata da passi pesanti, talloni battuti ripetutamente e dall'holubieck o passo girato.

MIMO
» l'artista che racconta una storia descrive un fatto che accade o esprime uno stato d'animo 0 un'emozione senza far ricorso alle parole.

MINUETTO
Danza popolare francese originaria del Poitou. Fu introdotta da Lully sia alla corte di Luigi XVI, dove finì per sostituire i precedenti stili di danza (corrente, pavana), sia nell'opera e nel balletto del XVII secolo. Diffusissima in Europa divenne la danza aristocratica per eccellenza prima della Rivoluzione francese.

MUDRA
Termine della danza orientale che indica il gesto fisico, in particolare quello delle mani, e che pone l'accento sull'atto rituale o sulla parola mantrica.

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera n
........................................................................................................

Nessun termine presente

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera o
........................................................................................................

OUVERTURE
Termine musicale che indica una composizione con funzioni introduttive che si esegue all'inizio dei brani musicali di vario genere.

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera p
........................................................................................................

PANTOMIMA
Termine composto da panto e mímesis (imitazione di tutto) che indica ogni genere di azione scenica teatrale e senza parole, anche se talvolta è accompagnata da musica.

PAS BALLONÉ
Passo saltato composto da un temps levé su una gamba mentre l'altra esce tesa all'esterno en avant, en arrière o di lato per poi richiudersi in cou de pied sull'altra gamba, una volta atterrata.

PAS BALLOTTÉ
Ricorda il dondolio di una barca sull'acqua. Vi si scambiano alternativamente le gambe con accento in uscita ed il corpo asseconda il movimento piegandosi en avant o en arrière a ogni spostamento del peso.

PAS COURU
Una corsa a piccoli passi che serve come preparazione a un salto o spostamento veloce eseguito sulle punte in qualsiasi direzione.

PAS D'ACTION
Scena di pantomima, frapposta tra le danze di un balletto allo scopo di sviluppare e di rendere chiara la trama dell'azione.

PAS DE BASQUE
Passo caratteristico delle danze basche e consiste in un dégagé, un rond de jambe e una glissade finale. Esiste il pas de basque glissé eseguito a terra e il pas de basque sauté che è invece saltato.

PAS DE BOURRÉE
Passo di collegamento dalle numerose varianti, caratterizzato dallo spostamento del peso da una gamba all'altra.

PAS DE CHAT
Passo saltato e spostato nello spazio, da una V posizione lo stacco da terra avviene piegando uno dopo l'altro le ginochia mentre il corpo si sospende in aria e ricade. L'atterraggio prevede il raggiungimento della V posizione con una gamba che segue l'altra a brevissima distanza.

PAS DE DEUX
Danza eseguita da una coppia di ballerini, nei balletti classici il grand pas de deux consiste in una entrée, un adagio per entrambi, una variazione per lui, una per lei e la coda finale in cui si esibiscono insieme.

PAS DE VALSE
Si esegue facendo ondeggiare il corpo e oscillare il suo peso da una gamba sll'altra in tempo di 3/4.

PAS GLISSÉ
Indica qualsiasi passo che ha come caratteristica lo scivolare sul pavimento.

PASSÉ
Indica un movimento di passaggio.

PIQUÉ
Indica il salire direttamente in punta o in mezza punta del piede a gamba tesa.

PIROUETTE O GIRO
Rotazione completa del corpo su un piede solo in punta o in mezza punta e può essere eseguito en dedans (verso l'interno) nella direzione della gamba di supporto, oppure en dehors (esternamente) verso la gamba sollevata.

PLIÉ
Indica il piegamento delle ginocchia ed eseguito nelle cinque posizioni base, prevede una mezza flessione (demi-plié) oppure una flessione totale (grand-plié). Le gambe sono rivolte verso l'esterno e il peso del corpo è egualmente distribuito sui due piedi.

POISSON
Nel pas de deux è una posa in cui la danzatrice, sostenuta dal partener, è in posizione quasi verticale al palcoscenico, con il busto verso il basso ed i piedi all'insù, una gamba si piega e incrocia l'altra e la schiena si inarca.

POLKA
Danza popolare boemia che si diffuse nelle sale da ballo europee come danza in cerchio in tempo di 2/4.

PORT DE BRAS
Si può intendere come una serie di movimenti delle braccia di passaggio da una posizione a un'altra, oppure come un gruppo di esercizi elaborati per rendere le braccia armoniose e aggraziate.

PUNTA E MEZZA PUNTA
Abbreviazione di scarpetta a punta, ma anche indicazione tecnica. Infatti esiste una "tecnica delle punte", praticata nelle scuole professionali di danza classica, che consiste nell'utilizzo di appropriate scarpette rinforzate per permettere alla danzatrice di porsi in un relevé totale salendo con tutto il peso sulle dita dei piedi. Mentre la mezza punta è l'abbreviazione di scarpetta da ballo usata comunemente per lo studio.

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera q
........................................................................................................

QUADRIGLIA
Controdanza francese del XVIII e XIX secolo, eseguita da 4 (o multipli di 4) coppie di ballerini collocati di fronte o in quadrato. Si diffuse come danza di società nel periodo napoleonico ma fu presto sostituita dalla polka.

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera r
........................................................................................................

RELEVÉ
Indica il sollevarsi del corpo grazie all'azione dei piedi che da un appoggio completo sul pavimento passano a un appoggio parziale del solo metatarso. Nella tecnica delle punte indica il passaggio completo sulle dita protette dalle scarpe rinforzate.

RENVERSÉ
Indica il piegarsi all'indietro del corpo durante l'esecuzione di un passo.

RETIRÉ
Posizione in cui una gamba mantiene la coscia sollevata lateralmente al corpo all'altezza dell'anca, il ginocchio piegato e la punta del piede posizionata sul ginocchio della gamba di sostegno.

ROND
Circonduzione delle braccia.

ROND DE JAMBE
Movimento circolare della gamba usato negli esercizi alla sbarra, al centro e nell'adagio.

RUOTA ALLA RUSSA
Salto che prevede un coupé-jeté en tournant continuato, è la ruota alta all'italiana con il busto inclinato.

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera s
........................................................................................................

SAUT DE BASQUE
Passo saltato in cui un ballerino compie in aria un giro su se stesso portando lateralmente al corpo una gamba piegata in retiré.

SAUTÉ
Indica l'azione del saltare.

SIRTAKI
Canto e danza popolare della Grecia, soprattutto diffusi nell'isola di Creta.

SISSONNE
Salto spostato nello spazio che parte da due piedi in V posizione e termina o su due piedi in V posizione (sissonne fermée) oppure su una gamba sola e l'altra alzata (sissonne ouverte e simple).

SUITE
Termine musicale che indica una composizione strumentale, costituita da un susseguirsi di vari brani aventi denominazioni e caratteri di danze stilizzate.

SUR PLACE
Sul posto.

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera t
........................................................................................................

TEMPS DE FL»CHE
Una gamba esce in fuori per poi piegarsi in retiré e tornare a terra scambiandosi con la seconda gamba che esce piegata per poi stendersi in aria. Può essere eseguito en avant e en arrière.

TEMPS LEVÉ
Indica uno stacco da terra su un solo piede con l'altro mantenuto in una posizione data.

TEMPS PORTÉ
Termine che si riferisce a un passo mantenuto energicamente nella posizione durante lo spostamento in aria da un punto all'altro dello spazio.

TILT
Inclinazione dell'intero tronco rispetto all'asse verticale.

TOMBÉ
Il movimento in cui un danzatore, sollevata una gamba, la fa ricadere a terra in plié.

TOREO
Prevede passi e movimenti precisi, come gesti di accompagnamento della cappa e dunque anche l'allenamento fisico e tecnico dei toreri.

TOUR DE FORCE
Termine che indica una serie ininterrotta di virtuosismi tecnici.

TOUR EN L'AIR
Il danzatore si stacca da terra con uno slancio verso l'alto dopo aver fatto un plié e in aria compie un giro completo su se stesso atterrando in V o in altre posizioni.

TOURNANT, EN
Indica che il passo dato è eseguito compiendo un giro su se stessi.

TRAVESTI; EN
Indica quei ruoli ruoli femminili caricaturali impersonati da uomini o viceversa.

TREPAK
Danza popolare dell'Ucraina eseguita da uomini che prevede passi accovacciati e spaccate.

TUTÙ
Una gonna a più strati di tulle di cotone, seta o nylon che, sormontata da un corpino, divenne il costume tipico del balletto romantico. Nel balletto romantico il tutù ha una lunghezza che va dal ginocchio alla caviglia; nel balletto tardo romantico è invece molto più corto e raggiunge, al massimo, il ginocchio. Esiste una variante piatta e orizzontale che resta, quasi rigida, all'altezza della vita.

TWIST
Ballo giovanile, lanciato nel 1960 in America e diffuso successivamente in Europa. Si distingue per la componente sensuale. Come termine tecnico della danza moderna e contemporanea indica una comleta rotazione della colonna vertebrale sull'asse verticale.

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera u
........................................................................................................

Nessun termine presente

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera v
........................................................................................................

VALZER
Danza in ritmo ternario diffusasi verso la fine del Settecento. Raggiunse la popolarità nelle sale da ballo viennesi dell'Ottocento.

VARIAZIONI
» un momento di danza solista che nel pas de deux segue, per entrambi i partner, l'adagio.

VAUDEVILLE
Indica commedie o composizioni a carattere brillante inframmezzate da canzoni o ritornelli.

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera w
........................................................................................................

Nessun termine presente

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera x
........................................................................................................

Nessun termine presente

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera y
........................................................................................................

Nessun termine presente

___________________________________________________________

torna su

........................................................................................................
• Lettera z
........................................................................................................

Nessun termine presente

___________________________________________________________

torna su

 

........................................................................................................

Parzialmente tratto dal "Glossario" a cura di Marinella Guatterini e Davide Montagna dal volume "ABC del Balletto" di Marinella Guatterini (Guide pratiche Mondadori - Milano 1998)